Conferenza stampa  di Paolo Sinigaglia, candidato comasco nelle liste del Pd, per presentare i punti forti del suo impegno tra locale e globale.

Perché una conferenza stampa? si domanda Sinigaglia. E si risponde che in fondo, in questo peregrinare per le strade di Lombardia e anche d’Europa, mancava ancora una presentazione nella città da cui è partito. Quindi: una rapida sintesi dei temi centrali della campagna elettorale del candidato che fa riferimento all’area “civatiana” del Partito democratico, temi che sono: ambiente, innovazione e diritti sociali, e poi, più in generale, una riconsiderazione del ruolo dell’Europa che può (e deve) assumere un ruolo positivo. Ecco perché in queste settimane di tour elettorale, un’attenzione particolare è stata portata ad alcuni esempi di città (12, in tutta Europa) che possono costituire un modello di azione positiva, di “buone pratiche” come si usa dire.

L’Europa non deve quindi essere vista solo come “matrigna”, come l’autorità capace solo di imporre austerità e sacrifici, ma anche come la “maestra” che suggerisce e promuove miglioramenti: che chiede di raggiungere una quota del 3% del Pil per la ricerca scientifica, che offre strumenti per ridurre gli sprechi energetici, che pone uno stop al consumo di suolo.

L’Europa può e deve anche costituire un terreno privilegiato per la tutela di diritti universali, a partire dalla creazione di una reale “cittadinanza europea” in grado di garantire più elevati standard di democrazia, un obiettivo essenziale che la passata legislatura ha sostanzialmente mancato, mostrando “poco coraggio”, secondo il giudizio di molti osservatori politici.

Secondo Sinigaglia, questo nuovo slancio dell’impegno europeo è possibile oggi, dopo una fase di stanca, che qualcuno ha definito “crisi di successo”, avendo l’Unione Europea raggiunto una prima serie di risultati, ma faticando poi a passare a una più concreta attuazione degli ideali federalistici. La condizione, sempre secondo Sinigaglia, è che nel nuovo parlamento europeo guadagni rilevanza il centro-sinistra, in modo da poter promuovere nuove politiche e nuove idealità, senza subire i condizionamenti della destra.

Se questo si verificherà, si creeranno le condizioni per modificare molte politiche anche a livello locale.

La strada non è facile, ma l’ottimismo non manca. Domenica il responso delle urne. [Fabio Cani, ecoinformazioni]

Condividi

Redazione
Bio
La redazione di PaoloSinigaglia.it
€2,670
Obiettivo €10,000
105
Sostenitori
May
25
2014
 
Prossimi Eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

EuroPaolo Interrail

12 città che vogliamo

Prossima Europa

Appelli firmati

Created by

Email
Print