Da Parigi al Lussemburgo il passo è breve, col TGV ci mettiamo poco più di 2 ore. All’arrivo ci passa a prendere il segretario del PD Lussemburgo, Stefano Vaccaro, e schizziamo subito all’incontro che ha organizzato al Circolo italiano Curiel con tutti i sei candidati del Partito Socialista Lussemburghese alle elezioni europee. Il dibattito multilingue (italiano, francese, inglese) si sviluppa sui temi classici del socialismo. “Ci si preoccupa se il rapporto debito/PIL sale oltre il 3%, ma non ci si preoccupa se l’occupazione supera il 10%” dicono i miei colleghi, tra cui Delvaux-Stehrs ex Ministra della Giustizia, Marc Angel deputato, Tom Jungen sindaco di Roeser. In lista c’è anche Liz May danese ex atleta professionista che ha partecipato 2 volte alle olimpiadi: oggi lavora alla Corte di giustizia e ci racconta del sistema antidoping che solleva problematiche sui diritti umani degli atleti e andrebbe riformato prevedendo una misura penale per chiarire meglio ruoli e responsabilità di sportivi e tecnici.

Paolo Sinigaliga con i candidati del LSAP

Paolo Sinigaliga con i candidati del LSAP


La mattina dopo Stefano ci porta a Esch dove è in corso un ambizioso progetto di recupero delle antiche acciaierie collegate alle miniere di ferro per realizzare un polo culturale chiamato “città della scienza” con nuovi palazzi per l’università, una grande sala per concerti, ma soprattutto una importante biblioteca realizzata restaurando proprio gli altiforni dismessi da tempo.

Il pranzo è l’occasione invece di incontrare Paola Cairo vulcanica fondatrice del giornale italiano “Passaparola” e animatrice della comunità italiana del Lussmburgo che ci racconta il tentativo di far decollare l’impresa editoriale creata con un’amica: l’associazione oramai fa informazione da 10 anni, oltre al giornale usa la radio e il web, ha i bilanci in pareggio ma non trova finanziamenti per crescere.

Nel pomeriggio visitiamo il quartiere europeo, poco fuori il centro città: qui trovano posto la Corte di giustizia, la Banca europea degli investimenti, la sede della Commissione dedicata al servizio di interpretariato e l’archivio del Parlamento europeo. Poco vicino lavora anche Stefano che è un funzionario della DG Energia della commissione europea.

Uno sguardo al centro completa la nostra visita: proprio in una delle piazze principali si sta preparando la Festa dell’Europa: infatti oggi è il 9 di maggio, anniversario della dichiarazione Schuman (che era lussemburghese). Le istituzioni europee sono infatti chiuse oggi perché è festa grande: l’Europa è importante per i lussemburghesi ma ancora di più per tutti gli europei.

Condividi

Bio
Ingegnere informatico e giornalista si occupa di progetti di comunicazione. Ha frequentato il mondo delle “start-up” e lavorato come ricercatore nel campo dell’innovazione. È presidente di Italia Nostra Lombardia.
€2,670
Obiettivo €10,000
105
Sostenitori
May
25
2014
 
Prossimi Eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

EuroPaolo Interrail

12 città che vogliamo

Prossima Europa

Appelli firmati

Created by

Email
Print