A Dublino, le modalità di accesso al diritto di voto alle elezioni locali concesso in Irlanda ai cittadini non UE sono pressoché uniche in Europa, per la loro immediatezza e semplicità. La città di Dublino ha fatto di questo diritto uno dei canali principali del processo di integrazione e convivenza basato sulla partecipazione. Il Sindaco e il Consiglio lavorano da anni con le organizzazioni dei migranti presenti in città per aumentare la consapevolezza sull’importanza di esercitare il diritto di voto. Specifiche campagne e strumenti sono stati costruiti per favorire il meccanismo di registrazione al voto.

La Città di Dublino favorisce attivamente l’esercizio del diritto di voto da parte dei migranti come canale di partecipazione ai processi decisionali. In occasione delle elezioni locali, la Città di Dublino promuove specifiche campagne di comunicazione sul diritto di voto dei migranti. One City One Peopole (una città un popolo) è il titolo della campagna contro le discriminazioni e il razzismo lanciata da Dublino per il 2014, nel cui ambito una parte specifica è dedicata alla partecipazione dei migranti all’appuntamento elettorale di maggio.

Con la crisi, gli indicatori di integrazione e accoglienza dei cittadini dei paesi terzi in Irlanda sono peggiorati, mentre rimangono alte le potenzialità in termini di partecipazione politica. L’elettorato, attivo e passivo, per gli stranieri provenienti dai paesi dell’Unione Europea è previsto dall’articolo 8b del Trattato di Maastricht e dall’articolo 19 del trattato di Amsterdam. La Convenzione di Strasburgo sulla partecipazione degli stranieri alla vita pubblica a livello locale nel febbraio 1992, al capitolo C prevede il diritto di voto – elettorato attivo e passivo – per le elezioni amministrative. L’Unione europea già nel 1997 con una risoluzione invita gli stati membri a riconoscere il diritto di voto agli immigrati regolari e residenti da almeno cinque anni. Il 15 gennaio 2003 il Parlamento europeo raccomanda agli Stati membri “di estendere il diritto di voto e di eleggibilità alle elezioni comunali e del Parlamento europeo a tutti i cittadini di paesi terzi che soggiornino legalmente nell’Unione europea da almeno tre anni”.

Approfondimenti

Campagne per il voto dei migranti a Dublino

Condividi

Bio
€2,670
Obiettivo €10,000
105
Sostenitori
May
25
2014
 
Prossimi Eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

EuroPaolo Interrail

12 città che vogliamo

Prossima Europa

Appelli firmati

Created by

Email
Print